Regolamento Scuola Calcio Real Milano

WE ARE REAL MILANO


Attività di base:
piccoli amici - primi calci - pulcini

Pre-agonistica:
esordienti
PREMESSA
ASD Real Milano è una società di calcio che considera una grande risorsa le famiglie dei ragazzi.
La collaborazione dei genitori è auspicata in quanto ritenuta fondamentale per una buona riuscita dell'attività.
Tale collaborazione deve avvenire all'interno di regole che definiscono atteggiamenti e comportamenti da seguire per il raggiungimento degli obiettivi che la società si è data.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
L'attività calcistica giovanile viene regolata tenendo presente in maniera prioritaria quanto riportato dalla "Carta dei diritti dei bambini" (New York – Convenzione sui Diritti del Fanciullo del 20/11/1989) e dalla "Carta dei diritti dei ragazzi allo Sport" (Ginevra 1992 - Commissione Tempo Libero O.N.U.) in appresso indicata, alla quale si deve guardare con particolare attenzione, in modo che ad ogni bambino e bambina siano assicurati:

- IL DIRITTO DI DIVERTIRSI E GIOCARE;
- IL DIRITTO DI FARE SPORT;
- IL DIRITTO DI BENEFICIARE DI UN AMBIENTE SANO;
- IL DIRITTO DI ESSERE CIRCONDATO ED ALLENATO

DA PERSONE COMPETENTI:
- IL DIRITTO Dl SEGUIRE ALLENAMENTI ADEGUATI AI SUOI RITMI;
- IL DIRITTO DI MISURARSI CON GIOVANI CHE ABBIANO LE SUE STESSE

POSSIBILITÀ DI SUCCESSO:
- IL DIRITTO DI PARTECIPARE A COMPETIZIONI ADEGUATE ALLA SUA ETÀ;
- IL DIRITTO DI PRATICARE SPORT IN ASSOLUTA SICUREZZA;
- IL DIRITTO DI AVERE I GIUSTI TEMPI DI RIPOSO;
- IL DIRITTO DI NON ESSERE UN CAMPIONE.

Anche l'UEFA, riunitasi in più occasioni con le 53 Federazioni calcistiche associate, nel trattare argomenti che riguardano il calcio giovanile (e quello di base in particolare), sottolinea i concetti espressi nella "Carta dei diritti" richiamando l'attenzione circa i modelli educativi a cui si devono riferire tutte le attività promosse, organizzate e praticate nei Settori Giovanili.

Negli intendimenti UEFA è considerato di estrema rilevanza il ruolo del calcio come agente efficace di integrazione sociale ed è per questo che il massimo organismo del calcio europeo invita le Federazioni a porsi il problema del "recupero" del calcio di strada (grassroots football), soprattutto come filosofia di fondo della didattica applicata.

Al fine di indurre le Federazioni Nazionali ad una maggiore attenzione al calcio di base e allo sviluppo delle attività secondo gli intendimenti appena descritti, la UEFA ha istituito la "UEFA Grassroots Charter", la "Carta del Calcio di Base" a cui hanno aderito la maggior parte delle Federazioni Calcistiche Nazionali Europee che possiedono i requisiti minimi richiesti dalla UEFA stessa.

La Federazione Italiana Giuoco Calcio ha aderito il 24 marzo 2009.

OBIETTIVI
- Formazione di giocatori che garantiscano la continuità della società, il suo futuro e le migliori possibilità;
- pianificare corsi di formazione teorici e pratici per migliorare la qualità degli istruttori e dei dirigenti;
- creare un gruppo di lavoro per i nostri arbitri;
- miglioramento della qualità dei giocatori e delle squadre;
- creazione di un ambiente in cui il rispetto per se e per gli altri sia al primo posto: rispetto significa anche rispetto dei ruoli, delle competenze, degli avversari, degli arbitri;
- ASD Real Milano intende ricercare la vittoria con il gioco, la qualità tecnica, l'impegno e la lealtà sportiva;
- far crescere i ragazzi a noi affidati anche con sedute specifiche di allenamento;
- ASD Real Milano esprime gratitudine verso tutti i ragazzi che vestono o hanno indossato la sua maglia;
- il primo periodo della scuola calcio, cat. piccoli amici/primi calci, sarà dedicato alla diffusione del piacere di giocare e ad aumentare gli schemi motori e tecniche di base;
- a partire dal primo anno dei pulcini si organizzeranno gruppi omogenei per permettere ai ragazzi di ricevere un insegnamento adeguato al loro livello di ricettività;
- la società fornirà a tutti i bambini occasioni di gioco adatti alle loro capacità;
- si riserva di partecipare a tornei e/o amichevoli e di definire i bambini ritenuti adatti a partecipare alle competizioni in oggetto;
- nei due anni di esordienti si apre la fase pre-agonistica in cui lo scopo è quello di inserire gradatamente elementi di agonismo per arrivare a definire la squadra che parteciperà al campionato. Alla fine di questo ciclo, potranno essere formati gruppi squadra differenziati a seconda dei livelli di maturazione dei ragazzi;
- la società potrà iscrivere i gruppi squadra a tornei diversi;
- ASD Real Milano assicura la massima attenzione alla crescita sportiva per tutti i gruppi squadra, ben sapendo che esistono tempi di sviluppo diversi.

INDICAZIONI DI COMPORTAMENTO PER GLI ATLETI
- Si chiede di rispettare gli orari degli allenamenti e delle partite;
- in caso di assenza e/o ritardo i ragazzi, tramite i genitori, devono avvisare gli allenatori o i dirigenti di riferimento;
- si chiede di aver cura del materiale messo a disposizione dalla società, degli spogliatoi, del materiale per allenamento;
- per incolumità personale e degli altri si chiede di non portare in allenamento e in partita orecchini, collane, anelli, orologi;
- si richiede di tenere un comportamento corretto dentro e fuori dal campo, improntato al rispetto di tutti;
- si chiede di presentarsi agli allenamenti già in tenuta sportiva pronti quindi, per l'inizio delle attività;
- dopo ogni allenamento/partita, per motivi educativi, è gradito venga effettuata la doccia;
- è obbligatorio presentarsi in divisa di rappresentanza, in ogni manifestazione a cui la società intenda partecipare e/o organizzare:
gare ufficiali;
amichevoli;
tornei;
eventi.

INDICAZIONI PER I FAMILIARI
- è cosa gradita alla società astenersi dal dare indicazioni ai figli durante gli allenamenti e le partite; è gradito incitare la propria squadra, non assumere un atteggiamento offensivo verso arbitro, giocatori avversari, dirigenti e genitori dei ragazzi dell'altra squadra;
- è gradito alla società la non interferenza con i tecnici su: il ruolo, la convocazione, la fascia di capitano, la posizione in campo, l'inserimento in un gruppo squadra, su tutto ciò che ha una valenza tecnica o di relazione tra l'istruttore e l'allievo;
- è vietato l'accesso alle aree tecniche: spogliatoi, campi di gioco;
- la società mette a disposizione dei familiari un responsabile per ogni squadra che sarà possibile interpellare per tutti i chiarimenti necessari;
- si consiglia di instaurare un giusto rapporto con l'istruttore per fare in modo che al bambino arrivino segnali coerenti dagli adulti di riferimento;
- incoraggiate e stimolate il vostro figlio alla pratica sportiva;
- evitate di invadere il loro mondo, non sostituitevi a loro, lasciateli vivere questo momento in modo semplice, lasciateli giocare;
- evitate qualsiasi tipo di idiozia pur di protestare per una rimessa non data o per un fallo non sanzionato;
- evitate di esprimere giudizi sui suoi compagni o di fare paragoni con essi;
- evitate rimproveri a fine gara, sosteneteli sempre, aiutateli ad assumere obiettivi realistici ed aspettative adeguate alle loro possibilità;
- fate sentire la presenza nei momenti di difficoltà; incoraggiate, sdrammatizzate e in ogni caso salvaguardate il benessere psicologico del bambino;
- abbiate un atteggiamento equilibrato nei confronti del risultato, nello sport come nella vita non ci sono solo vittorie e dopo una caduta occorre sapersi rialzare.


La società A.S.D. Real Milano si riserva di intraprendere tutte le azioni che riterrà opportune e necessarie a tutela di quanto indicato nel presente Regolamento.